notte di san giovanni
Erboristeria fai da te

Acqua di San Giovanni

San Giovanni cade il 24 giugno, è tempo di solstizio d’estate, ricco di tradizioni popolari!

La leggenda vuole che durante la notte tra il 23 e il 24 giungo,la notte di S. Giovanni appunto , il sole sposi la luna ed è da qui partono i riti tradizionali dei falò e della raccolta della rugiada notturna. In questa notte, le piante e i fiori vengono influenzati da una particolare forza ed è per questo che si prepara un’acqua aromatica, detta, appunto, acqua di San Giovanni.

Come preparare acqua di San Giovanni

Generalmente si raccolgono già dopo il tramonto, una misticanza di fiori ed erbe aromatiche in cui non deve mancare Iperico, Lavanda, Rosmarino e Salvia. Io quest’anno ho aggiunto camomilla, menta, mentuccia, verbena, avena, finocchio selvatico, malva, cardo mariano, papavero, spighe di grano, borragine.

Dopo che le avrai raccolte, mettile in un ciotola e copri con dellàcqua e lascia riposare tutta la notte sotto la rugiada.

Al mattino, utilizza l’acqua così aromatizzata per lavare viso e corpo, per ripulire gli ambienti di casa, perche tradizione vuole che l’acqua di San Giovanni abbia il potere di proteggerci e di allontanare le negatività.

Buona preparazione e scopri le altre tradizioni sul mio blog e sul nostro canale Youtube!

Dott.ssa Ambra Centra

Please follow and like us:

2 commenti

  • Cristina Marco

    Questa tradizione non la conoscevo, molto suggestiva e interessante. Se non fossi così pigra andrei a raccogliere erbe oggi 🙂 (in realtà ho paura delle zanzare che mi mangiano viva). La foto è bellissima, sembra quasi un bouquet da sposa. Ciao Cri

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Twitter
Pinterest
Instagram