Erboristeria fai da te

Sciroppo di Tiglio

Se passeggiando ti senti avvolto da un profumo floreale dolce e intenso, non puoi sbagliare: sei sicuramente nei pressi di un Tiglio!

Questo profumo dolcissimo mi ricorda la mia città, quando nei primi giorni di giugno ero già alle prese con la sessione estiva degli esami universitari… in realtà mi ricorda moltissimo anche Rimini, a cui sono legatissima, c’è un viale nei pressi del litorale (e del mio ristorante preferito!) pieno di alberi di Tiglio, da lì ne esci persino ubriaca!

Piacere, sono il Tiglio!

Non voglio dilungarmi sugli aspetti botanici e fitoterapici del Tiglio, perché lo farò in un articolo dedicato, pero è importate che tu sappia che il Tiglio è una pianta mellifera, utilizzata in fitoterapia per alleviare tensione nervosa, migliorar la qualità del sonno e attenuare gli stati ansiosi, utile anche in caso di tosse e coliche addominali.

Io oggi ti racconto come preparare lo sciroppo di Tiglio, utilizzabile assoluto oppure da usare in cucina per preparare dolci, panna cotta, cheesecake, aperitivi estivi, ghiaccioli, addolcire tisane, tartine e formaggi.

Ricetta dello sciroppo

Per la preparazione dello sciroppo ti occorrono:

  • 50 g di fiori freschi di Tiglio
  • 330 ml di acqua
  • 670 grammi di zucchero

É fondamentale rispettare queste proporzioni perché ne va della corretta conservazione del vostro sciroppo! Mi raccomando!

Preparazione dello sciroppo

Fiori freschi di tiglio

Raccogli i fiori di tiglio al mattino, in una giornata di sole, dopo che la rugiada non c’è più, pulite i vostri fiori, lavateli e asciugateli velocemente.

Prepara in un pentolino i vostri 330 ml di acqua e portatela ad ebollizione e poi inserite all’interno i fiori freschi e lasciate bollire per 10 minuti a fuoco lento. Tieni pronto un altro piccolo contenitore con acqua bollita, potrebbe essere necessario aggiungerla al momento della filtrazione.

Completata la bollitura dei fiori, filtra tutto in un contenitore graduato colino con maglia non troppo fitta, per favorire il passaggio delle mucillagini, e verificate che ci siano 330 ml di preparato. Nel caso, aggiungere l’acqua calda che hai tenuto da parte come vi avevo suggerito.

Ora puoi incorporare lo zucchero, un cucchiaio per volta per favorire la solubilizzazione. C’é chi aggiunge bacche di vaniglia e stecche di cannella, ma io preferisco di gran lunga la ricetta tradizionale! Lascia raffreddate lo sciroppo e poi chiudi con un tappo e conserva il tuo barattolo completo di etichetta in frigorifero per un massimo di tre mesi.

Sciroppo di Tiglio

Il tuo sciroppo è pronto, se desideri seguire il procedimento puoi andare sul mio canale YouTube.

Buona Preparazione!

Dott.ssa Ambra Centra

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Twitter
Pinterest
Instagram