anice stellato
Piante Officinali

Anice stellato: proprietà, usi e tradizione

L’Anice stellato, o Illicium verum, è un specie vegetale sempreverde dell’Asia orientale, che può raggiungere anche i 10-12 m di altezza, caratterizzato da foglie ovali-lanceolate, dove alla loro ascella, si inseriscono i fiori di colore bianco giallastro o rosato costituito da 15-20 antofilli disposti a spirale. I frutti sono composti da 8-10 follicoli uniseminati inseriti “a stella” su un peduncolo denominato columella.

L’origine del nome popolare

Il nome stellato deriva proprio dal frutto a forma di stella, colore bruno-rossastro, che viene raccolto dalla pianta quando ancora non ha completato la sua maturazione e sottoposto ad essiccazione per giungere a noi come spezia.

La droga dell’anice stellato

La droga dell’anice stellato è presente nei frutti, dai quali viene estratto l’olio essenziale,  con il metodo della distillazione in corrente di vapore. L’olio essenziale che si ottiene è da incolore a giallo pallido, ha il profumo tipico dell’anice che tutto conosciamo, e contiene anetolo, fellandrene, limonene, estragolo, safrolo e aldeide anisica.

Anice stellato o Anice verde?

L’Anice stellato viene spesso scambiato con l’anice verde, con cui condivide le proprietà carminative, stomachiche, antispasmodiche e galattogoghe.

Quindi può essere utile in caso di cattiva digestione, contro gli spasmi gastrointestinali e il meteorismo.

Uso Popolare

L’anice stellato è una decorazione tipica natalizia e, originariamente, era il componente principale del “Pastis“, una bevanda francese creata in seguito all’abolizione dell’uso dell’Assenzio.

L’anice stellato è tutt’ora reperibile in erboristeria, non lasciatevela scappare!

Dott.ssa Ambra Centra

Please follow and like us:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Twitter
Pinterest
Instagram