Anice stellato: proprietà, usi e tradizione

Novembre 19, 2020 0 di Dott.ssa Ambra Centra

L’Anice stellato, nome scientifico Illicium verum, è un specie vegetale sempreverde originaria dell’Asia orientale, che può raggiungere anche i 10-12 m di altezza, caratterizzato da foglie ovali-lanceolate, dove alla loro ascella, si inseriscono i fiori di colore bianco giallastro o rosato costituito da 15-20 antofilli disposti a spirale. I frutti sono composti da 8-10 follicoli uniseminati inseriti “a stella” su un peduncolo denominato columella.

L’origine del nome popolare

Il nome stellato deriva proprio dal frutto a forma di stella, colore bruno-rossastro, che viene raccolto dalla pianta quando ancora non ha completato la sua maturazione e sottoposto ad essiccazione per giungere a noi come spezia.

La droga dell’anice stellato

La droga dell’anice stellato è presente nei frutti, dai quali si estrae l’olio essenziale,  con il metodo della distillazione in corrente di vapore. L’olio essenziale che si ottiene è da incolore a giallo pallido, ha il profumo tipico dell’anice che tutto conosciamo, e contiene anetolo, fellandrene, limonene, estragolo, safrolo e aldeide anisica.

Uso dell’olio essenziale

L’olio essenziale di anice stellato ha una nota aromatica di testa, speziata, stimolante, dolce nel contempo, che si può usare:

  • Alimenti: una goccia è sufficiente ad aromatizzare 100 g/100 ml di alimento/bevanda.
  • Ambienti: 10 gocce in una lampada per aromi e vaporizzatori, per aromatizzare una stanza.
  • Cosmesi: 15-20 gocce in 50 ml di olio vegetale, crema, shampoo e bagnodoccia neutri.

Accertatevi che l’olio essenziale in uso sia classificato per uso alimentare o come aroma per alimenti, altrimenti utilizzatelo esclusivamente per uso esterno.

Anice stellato o Anice verde?

anice stellato

L’Anice stellato non va confuso con l’anice verde, con cui condivide le proprietà carminative, stomachiche, antispasmodiche e galattogoghe, ossia per aumentare la produzione di latte.

Quindi può essere utile in caso di cattiva digestione, contro gli spasmi gastrointestinali e il meteorismo.

Uso Culinario

L’anice stellato è usato molto nella cucina cinese ed è indispensabile per preparare la polvere delle 5 spezie.

Il gusto piuttosto dolce che lo contraddistingue deriva dall’anetolo, composto aromatico 13 volte più dolce dello zucchero, rilasciato soprattutto in olio o alcool, ideale da abbinare a spezie come cannella, noce moscata e pimento.

Inoltre, in cucina,lo troviamo in abbinamento a verdure, riso, carne bovina e suina, frutti di mare e marmellate.

L’anice stellato è una decorazione tipica natalizia (leggi qui il mio articolo in merito) e, originariamente, era il componente principale del “Pastis“, una bevanda francese creata in seguito all’abolizione dell’uso dell’Assenzio.

Acquista in Erboristeria

L’anice stellato è tutt’ora reperibile in erboristeria, non lasciatevela scappare! Ad esempio, puoi trovarlo nel sito del nostro partner Erboristeria Siciliana!

L’articolo vi è piaciuto? Condividetelo!

Se avete delle segnalazioni in merito, scrivetemi su fiordiglicine.home@gmail.com e seguitemi sui social!

A presto!

Dott.ssa Ambra Centra

Please follow and like us: